FIFA 18: Recensione della DEMO

0
1133
demo fifa 18

FIFA 18: Recensione della DEMO

Ragazzi siamo qui oggi per parlarvi della DEMO di fifa 18 e del nuovo fifa 18 che sta per arrivare nelle nostre case il 29 settembre, 26 per chi ha preso l’edizione Icon edition e il 21 per i possessori di EA Access.

Ecco il video della LIVE con il nostro Chipster87

  • GAMEPLAY

Passando alle novità presenti quest’anno nel gioco, si nota subito che il controllo palla è stato profondamente rivisitato anche grazie al Real Player Animation Technology. I giocatori sono molto più fluidi delle passate edizioni, con un solo tocco dello stick sinistro, il giocatore ha il completo controllo della palla, almeno quelli più tecnici. Inoltre i giocatori più importanti, CR7 su tutti, hanno le movenze reali, Ronaldo ha la stessa corsa, lo stesso tiro della realtà. Inoltre i movimenti del giocatore sono controllati “frame by frame” fotogramma per fotogramma e non più passo dopo passo. Tutto ciò permette più fluidità al giocatore.


La velocità del gioco invece è stata rallentata, dà l’impressione ora di essere proprio in una partita di calcio, perché i centrocampisti, non vengono immediatamente assaliti dai centrocampisti avversari, ma c’è più libertà di pensiero, tutto questo a beneficio del possesso palla, mai come quest’anno uno dei pochi metodi efficaci per scardinare le difese avversarie.
Inoltre hanno diminuito l’efficacia della velocità nei giocatori estremamente veloci, beh sicuramente il fattore velocità rimane, ma rispetto agli anni passati non basta abbassare la testa e correre ma bisogna costruire gioco per inventarsi qualcosa. Tutto questo è un’ottima novità, perché rientrano in gioco, difensori lenti ma in realtà molto forti con OA molto elevato, ma poco utilizzati per via della velocità, Piquè e Hummels su tutti.
Un’altra novità che farà storcere il naso a qualche videogiocatore è l’abbassamento dell’aiuto della CPU in difesa. Ora i difensori sono controllati da noi, la CPU non interverrà più sulla nostra difesa, dovremmo essere bravi noi a chiudere tutti gli spazi o buchi difensivi. Questa novità a me piace, finalmente finiranno le partite dove si becca l’avversario di turno che parte ultra difensivo e difende solo coi centrocampisti, lasciando difendere alla CPU. Ovviamente ci vorrà un po’ di pratica per apprendere al meglio questa modifica, ma sicuramente quest’anno verrà premiata di più la bravura del giocatore.
Anche i cross hanno subito una leggera modifica, hanno introdotto i cross tesi e gli spioventi, per ora nella demo sono molto efficaci, ma a mio avviso subiranno qualche ritocchino.
Nota dolente della demo sono i portieri e i tiri da fuori area soprattutto a giro, sembrano troppo efficaci, mentre i portieri molto più scarsi degli anni precedenti, ma sono convinto che essendo una demo, si sono concentrati più sul gameplay in mezzo al campo che non sui portieri.
Un’altra novità che sicuramente sarà molto utile sono le sostituzioni veloci, prima di ogni partita possiamo selezionare tre sostituzioni e durante la pausa di ogni match, invece di tornare al menu per effettuarle, basterà premere un semplice tasto per far entrare il sostituto, rendendo il match più veloce.

  • GRAFICA

Una sola parola, SPETTACOLARE. Quest’anno il motore Frostibite viene sfruttato a dovere, tantissime animazioni sia per i giocatori che per le persone sugli spalti, dettagli curati al massimo. Anche gli stadi sono molto dettagliati, per non parlare delle grafiche ufficiali di LIGA, PREMIER e MLS.
Fare una partita in Premier o Liga, un Man utd vs Man city o un Real vs Barcellona diventa tutto spettacolare e molto televisiva. Per ora l’unico dettaglio non curato sembrano le reti delle porte, troppo tese per i miei gusti, ma credo che tutto questo nel gioco principale verrà corretto. Ottimi i dettagli del terreno di gioco, l’erba molto realistica, per non parlare del deterioramento del terreno di gioco.
I giocatori sono ricreati alle perfezioni nei minimi dettagli almeno i migliori giocatori di FIFA.

  • FUT

Pur se non presente in Demo anche la modalità che più ci riguarda ha subito qualche modifica.Anzitutto da quest’anno le SBC possono essere risolte anche tramite Web app da PC, ottimo direi.
Un’altra novità importante a mio avviso e che quando si apre il pannello delle informazioni del giocatore, la carta per intenderci, oltre alle info sul fisico, età ecc, possiamo finalmente vedere ogni singola statistica di gioco, non più la media velocità ad esempio, ma velocità, accelerazione e cosi via. Inoltre un’altra novità è che ci saranno tante sfide giornaliere e settimanali.
Quest’anno si inizierà con lo starter pack, all’inizio dovremo scegliere un pacco nazionalità e troveremo dentro i giocatori di quella nazionalità, così almeno inizieremo con una bella intesa. Un’altra novità che riguarda l’online è che se un player molla il pad dopo un risultato netto, dopo alcun istanti verrà buttato fuori dal gioco, perdendo la partita a tavolino. Inoltre se seguirete i nostri consigli sulla compravendita, riuscirete anche ad accaparrarvi le nuove icone, come Maradona, Ronaldo e Ronaldinho.

  • CARRIERA E IL VIAGGIO

Novità anche sulla carriera, ora le trattative vengono svolte in diretta con tanto di filmato, con procuratore, allenatore avversario, presentazione alla stampa, ci immergiamo proprio in un vero simulatore calcistico.
Ritorna anche Alex Hunter e la sua vita, con un cast veramente eccezionale, CR7 su tutti. La più grande novità sarà che non giocheremo solo in premier ma anche in bundesliga, liga, mls e qualche flshback in brasile. Il personaggio sarà modificabile, ma solo il taglio dei capelli e il vestiario.

  • IN CONCLUSIONE

Possiamo dire che i ragazzi di EA SPORTS quest’anno ci hanno dato un capitolo degno del miglior simulatore calcistico. Niente a che vedere con il povero rivale.
Gameplay solido, fluido, ragionato, non esistono una o due soluzioni per andare a segno, ma quest’anno bisogna utilizzare la testa per poter giocare al meglio, tutto questo ne beneficia il divertimento.
Comparto tecnico eccezionale e il punto di forza rimangono sempre FUT e le tantissime licenze sia di squadre che di campionato, peccato manchi la licenza della Serie A, chiamata ancora Calcio A, ma non è dovuta alla mancanza di considerazione da parte loro, ma dalla nostra Lega e dal nostro sistema purtroppo.
Sinceramente non vedo l’ora anche di cimentarmi nel nuovo viaggio e vedere che fine faremo con Alex Hunter, riusciremo a portarlo ai mondiali in Russia?